Il nostro laboratorio teatrale – Teatro educazione

TEATRO EDUCAZIONE

 “Chi è di scena?” (6-10 anni)  Venerdì ore 17.00-18.15

“Laboratorio di Ricerca Teatrale”  (11-12 anni) Venerdì ore 18.30-20.00

ATTIVITÁ

Ogni incontro è strutturato in diversi momenti per cui si alternano armoniosamente il gioco, l’ascolto di sé e degli altri, la rielaborazione personale e/o in piccolo o grande gruppo, l’attività motoria ed espressiva.

La finalità di un laboratorio di teatro educazione per l’infanzia è anzi tutto l’avvicinamento alla capacità creativa mediante il connubio tra la fantasia, che ciascun bambino sarà guidato a scoprire dentro di sé, e le modalità espressive capaci di esprimerla.

Il teatro educativo, come un procedimento maieutico, aiuta i bambini a esternare emozioni, sensazioni, sentimenti, idee e pensieri circa gli argomenti proposti dall’operatore, che guida e accompagna tale processo, coordinando l’azione scenica.

Non meno importante è la propedeutica alla simbolizzazione, fondamentale per un equilibrato sviluppo dell’adolescente in divenire.

Il gruppo partecipa ogni anno, nel mese di maggio, alla Rassegna Regionale del Teatro della Scuola

METODOLOGIA UTILIZZATA

L’operatore guida l’attività fornendo ad ogni incontro diversi stimoli e proponendo spunti di riflessione personale, di coppia, in piccolo o in grande gruppo.

Ci si avvale di giochi ed esercizi legati al metodo di lavoro previsto dal teatro educazione dove gli interpreti sono parte attiva nel processo di realizzazione della messinscena, costruendo e curando ogni aspetto della stessa.

Si utilizzano:

  • giochi teatrali propri del teatro educazione;
  • la “Composizione di luogo” per immergersi appieno nei luoghi in cui i personaggi agiscono;
  • “Il pensatoio” per le riflessioni;
  • il brainstorming;
  • la “Danza educativa” (di Franca Zagatti) che lascia libero il corpo di esprimersi su musiche scelte, suonate dal vivo o ascoltate da cd;
  • esercizi di dinamizzazione;
  • attività di potenziamento dell’ascolto, del contatto e della fiducia tra i partecipanti tra loro e con l’operatore;
  • il rilassamento come momento di distensione e come veicolo per mobilitare l’energia ed aumentare la concentrazione;
  • il lavoro sulla respirazione, sulla vocalità e sull’improvvisazione.

 

 

Jenny Rivetti

Laureata in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università degli Studi di Udine.

Si forma a Torino studiando danza classica, moderna e contemporanea, pianoforte e canto lirico e frequentando corsi e laboratori di teatro.

Nel 2000 si trasferisce in Friuli dove continua lo studio della danza, si avvicina al canto corale, frequenta percorsi artistici e partecipa a diversi stage e master class teatrali.

Nel 2001 fonda il gruppo di teatro-danza “Briciole d’Arte” con il quale (2001-2008 e 2011-2014) crea e mette in scena numerose rappresentazioni e, dal 2005 al 2008, un’annuale Rassegna di teatro, musica e danza.

Dal 2002 collabora, prima in qualità di esperto esterno e, dal 2006 ad oggi, come docente curricolare, con la Direzione Didattica di Aquileia (ora Istituto comprensivo “Don Lorenzo Milani”), allestendo numerose rappresentazioni con alunni (Scuola Primaria e dell’Infanzia) e genitori e partecipando alla Rassegna Regionale del Teatro della Scuola del Friuli Venezia Giulia e alla Rassegna Nazionale di Serra San Quirico.

Nel 2014 e attiva e coordina i gruppi di teatro musicale presso l’Accademia Musicale Città di Palmanova per la quale cura la regia diversi spettacoli.

Dal 2014 è operatrice responsabile dei laboratori di teatro educazione attivati dalla ProLoco di Villa Vicentina con i quali partecipa all’annuale Rassegna Regionale del Teatro della Scuola del Friuli Venezia Giulia e alla Rassegna Nazionale di Teatro Educativo “Il Gerione” di Campagna.

Dal 2015 fa parte del” Teatro del Leone”, sotto la direzione artistica del m° Dario Ponissi, con il quale, tuttora, continua la sua formazione teatrale.

 

Precedente Smaialata 2016 Successivo Assemblea Ordinaria Annuale 2017